sabato 10 settembre 2016

Un saluto di passaggio



Non è facile tornare qui dopo anni o mesi e scrivere un articolo, così, a caso. Primo perché la mia voglia di scrivere articoli è come un gatto: va e viene come vuole lei. Secondo perché sono stato per un saaacco di tempo impegnato in altri progetti/viaggi/cose che so solo io.
Terzo, forse più importante (ed anche collegato agli altri due punti), avevo dichiarato che avrei postato i capitoli delle Cronache ed invece non sono riuscito a fare nulla. Mi dispiace, spero di rimediare al più presto.
Forse perché sono finito nella città più cosmopolita del mondo e sono riuscito perfino a trovarci l'amore, o forse perché, che ne so, stavo cercando dentro me stesso la giusta motivazione per continuare a scrivere.
Ho appurato, comunque, e questo credo di averlo scritto alcuni post fa, che avrei pubblicato gratuitamente qualunque cosa avrei scritto riguardante le Cronache qui, in questo blog. Perché al momento non voglio far entrare incombenze di altra natura che non siano quelle legate alla mia passione. Ho semplicemente voglia di scrivere una storia, e non mi interessa ricavarne alcun profitto che non sia quello di dar sfogo al fuoco della mia creatività e dell'unica passione che veramente mi animi fin dal profondo, ovvero quella di raccontare.
Uno degli scopi per qui faccio questo è appunto quello di farmi leggere da la più vasta fetta di persone possibili. E un buon modo per raggiungere questo obiettivo è ovviamente quello di regalare, rendere "open source" le mie parole e le miei idee. Per questo, come contributo da parte dei più altruisti, di fornirmi consigli e critiche con lo scopo di migliorare questa ambiziosissima opera.